mercoledì 8 gennaio 2020

'Qualcuno ha detto Just Eat', il claim che rimane in mente

E' in onda con creatività di McCann London la nuova campagna Just Eat, app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio.
Adattamento italiano dell'originale 'Did somebody say Just Eat', il motivo musicale mnemonico 'Qualcuno ha detto Just Eat' si trasforma, come per lo spot inglese, nell'elemento principale della campagna, con l'intento di fissare nella memoria del consumatore il brand. Una creatività che, nella versione italiana, è riproposta anche con dialoghi in italiano e due differenti situazioni in cui ritroviamo un gruppo di amici per una pizza in compagnia e una coppia di giovani che condividono una cena a base di sushi. Lo spot, diretto da Tom Kuntz, attraverso Mjz, si apre con una coppia seduta sul divano di casa, davanti alla tv, proprio nel momento in cui i due giovani si stanno chiedendo se ordinare cibo a domicilio per la serata. In tv famosi programmi che, dai cult movies, fino ai quiz show e alle televendite, mostrano attori, presentatori e personaggi che interrompono la recitazione, un dialogo o lo show del momento, per esclamare 'Qualcuno ha detto Just Eat'. Ed è così che nel Medioevo, negli anni Trenta e Quaranta o nel mondo fantasy Just Eat diventa sinonimo di food delivery e top of mind. Allo spot sarà affiancata una pianificazione radiofonica, con tre differenti soggetti basati su hamburger, pizza e sushi, e una campagna out of home nelle città di Torino e Milano. Quest'ultima sarà protagonista anche con un tram che permetterà di far girare il brand tra le vie della città. A supporto anche i principali canali social.