mercoledì 27 marzo 2019

Salvatore Ferragamo presenta 'The world of Italo Rota'

Ci s'immergerà nell'universo creativo del grande architetto
In occasione di Miart e della Milano Design WeekSalvatore Ferragamo presenta 'The world of Italo Rota', un'immersione nell'universo creativo del grande architetto e pensatore italiano a cura di Flash Art, con i suoi publisher Cgps, Gea Politi e Cristiano Seganfreddo. Negli spazi dei flagship store uomo e donna di via Montenapoleone, dal 4 al 15 aprile prossimi, prenderà vita un'esperienza esotica e coltissima di uno degli interpreti più originali del design contemporaneo internazionale. 'The world of Italo Rota' è un viaggio nel tempo e nello spazio, tra parole e oggetti, in un presente estremo teorizzato dall'architetto milanese. Una riflessione su come, in tempi di infinita produzione e consumo, vi sia il bisogno di fermarsi e di pensare, creando situazioni di incontro non legate alle mode passeggere o alla mass production. In mostra pezzi storici di Rota, prototipi e creazioni uniche, memorabilia e teche del tempo, come le Stanze di Freud, presentate alla Biennale di Venezia, e rarissimi libri della sua immensa collezione personale, in conversazione con l’universo stilistico e lifestyle di Salvatore Ferragamo e con opere d'arte della collezione di Flash Art.
I profumi Tuscan Creations 'dialogheranno' con le opere di Rota
Ancora, disegni che si trasformano in cubi profondi di plexiglass e alcune speciali invenzioni come 'Il cestino di Caravaggio', reinventato da Rota. La vetrina del negozio uomo diventerà un grande acquario attraverso il quale immergersi nel Museo Italo Rota per Ferragamo. Cuore dell'esposizione l’area delle scale. Al primo piano, opere e progetti saranno abbinati a video e installazioni led. Per quanto concerne lo store donna, la vetrina si aprirà a una serie di pezzi di Rota, mentre l'interno sarà animato da sedute speciali e opere che dialogano con la collezione presente in negozio. Ci sarà inoltre un fil rouge olfattivo tra il mondo di Italo Rota e i profumi Tuscan Creations: uno storytelling a colori che vede protagonista la collezione di 11 fragranze Ferragamo, create da maestri della profumeria.

martedì 26 marzo 2019

A Parma dal 9 all'11 aprile il Campionato Mondiale della Pizza

Dal 9 al 11 aprile prossimi torna il Campionato Mondiale della Pizza, la manifestazione che dal 1992 chiama a raccolta pizzaioli, chef e amanti della pizza da tutto il mondo.
La 28esima edizione si terrà in contemporanea a Cibus Connect
La pizza e i pizzaioli saranno i protagonisti di questa tre giorni dedicata al piatto italiano più apprezzato al mondo e in contemporanea si terrà Cibus Connect, il salone dedicato alle aziende del comparto agroalimentare italiano e riservato ai professionisti e buyer: il meglio della pizza e del cibo made in Italy insieme. Spiega Massimo Puggina, organizzatore dell'evento: "Anno dopo anno, e ormai sono 28 le edizioni, il Campionato Mondiale della Pizza cresce, e cresce sempre di più la nostra responsabilità di dare il giusto palcoscenico alla passione dei professionisti che da tutto il mondo si ritrovano e si confrontano in questo evento. Una passione che travalica i confini ma che rimane dovunque intatta nella sua genuinità, coltivata giorno dopo giorno con preparazione e studio meticolosi. La conferma viene dal dialogo che abbiamo con i pizzaioli provenienti dall'Italia all'Argentina, da New York a Chicago,  dal Canada al Messico, dalla Russia alla Cina, dall'Australia al Giappone, dalla Polonia alla Francia, dalla Germania al Belgio...e le'elenco potrebbe continuare". Numeri da record per quest'edizione: parteciperanno più di 750 tra pizzaioli e chef provenienti da 41 nazioni e saranno più di 1060 le gare. Il Palacassa di Parma aprirà le porte il 9 aprile con ben 19 forni accesi e altrettante postazioni di lavoro dedicate alla pizza classica, alla pizza napoletana, alla pizza a due, alla pizza in teglia e alla pizza senza glutine. Spazio anche agli chef, con la competizione 'Trofeo Heinz Beck... I primi in pizzeria', dove a vincere sarà il miglior primo piatto 'espresso', e non mancheranno gare di abilità con lo stile libero individuale, la pizza più larga e il pizzaiolo più veloce.

Artdeco ha racchiuso nel make up i colori del Mediterraneo

'Flirt with the Mediterranean life': è stata battezzata così la nuova collezione make up primavera-estate 2019 Artdeco. Per crearla, il marchio cosmetico si è ispirato ai pavimenti in pietra delle terrazze del Mediterraneo illuminate dal sole, dove a dominare sono le tonalità pastello delle fioriture, i toni intensi del rosa e del lilla, ispirati alle bouganville e alle peonie, e le tonalità blu e verdi, che rinfrescano e fanno sognare il Mar Mediterraneo. La collezione contempla No color Setting Powder, un fissatore ricco di minerali che perfeziona la carnagione con una polvere trasparente, ma dalla texture cremosa, che rifrange la luce a tutte le ore del giorno e dona alla pelle un effetto setoso. La Magnetic Palette, di ultima tendenza con il suo innovativo meccanismo a scorrimento, contiene ombretti, fard, camouflage e ombretti per sopracciglia, ed è pratica in viaggio. La nuova box di design, che ricorda i terrazzi delle località vacanziere del Mediterraneo, è in edizione limitata. In sei nuove sfumature, i setosi Eyeshadow vantano brillantezza e lunga durata, oltre ad essere facili da applicare. Fa parte della linea anche il Soft Eyeliner Waterproof senza profumazione, ideale per intensificare la linea superiore delle ciglia e quella inferiore, all'interno della palpebra.
Declinata nelle tonalità del rosa e dell'azzurro, la linea vanta formule moderne
Grazie alla sua moderna formulazione, la matita è estremamente durevole, a prova di sbavature e indicata anche per chi ha occhi sensibili e chi porta le lenti a contatto, in quanto la compatibilità cutanea è testata. Per sopracciglia sempre curate e definite, la proposta Ardeco di stagione è data dai due passaggi del Brow Duo Powder & Liner in nuove tonalità, che si adattano ai diversi colori dei capelli regalando uno styling in 3D. Effetto pieno, visivamente formoso, anche con il Perfect Color Lipstick, rossetto al profumo inebriante di vaniglia che combina cere e un'innovativa base in gel, nutrendo le labbra grazie alla presenza di acido ialuronico, ninfea ed estratti di orchidea, olio di mais, burro di mango, vitamina E. 

Dexter Milano lancia Gear People, monile emblema di lotta all'Aids

Dopo quasi dieci anni, Dexter Milano torna al Fuorisalone durante la Milano Design Week con un evento che unisce l’artigianalità e il design italiano con la prevenzione e lo stile di vita.
Sul monile, in oro o argento, sono incise otto parole-chiave
Il brand fondato da Renata Manno e Raffaella Finco, che ha per simbolo un gioiello a forma di ingranaggio a otto teste, rinnova la sua collaborazione con Anlaids Sezione Lombarda, al cui fianco da anni partecipa alla mostra-mercato benefica Convivio. Alla Design Week, Dexter Milano lancerà Gear People, una collezione inedita e speciale del suo iconico ingranaggio, che diventa un simbolo della lotta all'Aids.
Si tratta di un gioiello (charm unisex da bracciale o da collana) realizzato in argento e in oro; le persone che lo indosseranno diventeranno testimonial di uno stile di vita consapevole e attento al dettaglio per la cura e la salute e, dunque, di ciò che conta per ognuno di noi: l'amore, l'amicizia, il benessere degli uomini e del pianeta, gli amici animali. Infatti, il monile sarà inciso con otto parole-chiave che incarnano questa filosofia - respect, life, enjoy, karma, share, love, be, proud - e sarà anche personalizzabile, su richiesta, con una data speciale. La nuova collezione solidale sarà lanciata nello spazio espositivo di Dexter Milano al Fuorisalone, la Scuola Orafa Ambrosiana di via Tortona 26, dal 9 al 14 aprile. Inoltre, nella location, il visitatore potrà seguire il percorso di lavorazione dei gioielli artigianali a ingranaggio di Dexter, dal design alla progettazione, fino a osservare dal vivo le diverse fasi di lavorazione. Sarà anche possibile acquistarli e farli personalizzare al momento. I proventi dell'iniziativa saranno indirizzati a un progetto Anlaids dedicato alla persona attraverso servizi erogati nei centri di malattie infettive. Al progetto hanno aderito diversi partner, che daranno il proprio contributo creando eventi ad hoc.

lunedì 25 marzo 2019

Arriva in Italia Too Good To Go, app contro lo spreco di cibo

I ristoranti biologici EXKi e i negozi Carrefour Italia
sono tra i primi punti vendita ad aver aderito all'iniziativa
Ogni anno in Italia sono oltre 10 milioni le tonnellate di cibo che vengono gettate via: uno spreco che aumenta giorno dopo giorno e che in termini di spesa corrisponde a circa 15 miliardi di euro l'anno. Per combattere lo spreco alimentare arriva anche nel Bel Paese Too Good To Go, l'app nata nel 2015 in Danimarca, già presente in altri nove Paesi d'Europa: a oggi conta oltre 8 milioni di utenti ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play di tutta Europa. Tramite l'app è possibile evitare gli sprechi alimentari acquistando a prezzi ridotti le Magic Box che contengono deliziosi prodotti e piatti freschi invenduti di bar, ristoranti, supermercati e hotel. I ristoranti biologici EXKi e i negozi Carrefour Italia sono tra i primi punti vendita ad aver aderito al progetto Too Good To Go in Italia.

Con Treatwell unghie e capelli impeccabili alla Design Week

Il prossimo aprile la  Milano Design Week tornerà a celebrare il bello, animando la città meneghina con un ricco palinsesto di installazioni, mostre ed eventi organizzati da aziende e brand.
Coinvolti alcuni saloni milanesi delle zone Tortona, Brera e Moscova
Non mancherà Treatwell, il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere. Martedì 9 e giovedì 11 aprile, le porte dei saloni milanesi di Treatwell nelle zone di Tortona, Brera e Moscova si apriranno eccezionalmente di sera e a un prezzo simbolico per aiutare a ritagliarsi una speciale pausa beauty dalla ricca movida della Design Week, ricaricandosi tra un evento e l'altro o ritoccando il proprio look in vista di un appuntamento. Dalle 17.30 alle 23.00, i professionisti di alcuni selezionati saloni saranno a disposizione per una manicure express o una piega express al costo di 5 euro. Tra un cambio smalto e una messa in piega, si brinderà alla bellezza insieme a Treatwell e ci si divertirà con sorprese esclusive. Per prenotare il proprio trattamento al prezzo simbolico di 5 euro basta collegarsi alla pagina dedicata sul sito di Treatwell e scegliere, in pochi clic, il salone, l'orario e la data più comoda. Per le vie della movida del design si sposteranno i Treatwell Angels, ambasciatori di bellezza che distribuiranno regali esclusivi utilizzabili per prenotare sul sito o tramite l’app di Treatwell un primo trattamento beauty a scelta a un prezzo speciale – dalla manicure alla piega, passando per massaggi, ceretta e pulizia del viso – presso i centri che fanno parte del network di Milano.

Orticola guarda anche al genio di Leonardo e all'arte di Pao

La 24esima edizione di Orticola, la grande mostra-mercato italiana di piante, fiori e frutti rari, quest'anno è in programma a Milano da giovedì 17 a domenica 19 maggio, nuovamente ai Giardini Pubblici Indro Montanelli in via Palestro.
Gianluca Brivio Sforza
L'immagine dell'evento è di Sofia Paravicini
Il tema scelto per l'edizione 2019 ('Piante amiche: le buone associazioni botaniche') suggerisce di abbinare piante con le medesime necessità in termini idrici, di temperatura, di terreno, senza ovviamente tralasciare la componente estetica. La delicata immagine-simbolo dell'evento, firmata dall'artista Sofia Paravicini, non a caso raffigura due fiori in grado di vivere in armonia: una peonia e un tulipano, in cui convivono alcuni insetti fondamentali per l'ecosistema. Una delle tante novità dell'evento florovivaistico, presieduto da Gianluca Brivio Sforza, è che quest'anno, in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, Orticola s'inscrive nella serie di iniziative dedicate al genio toscano con il progetto 'Orticola per Leonardo': nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco sarà allestita la 'Pergola dei gelsi', riproduzione in scala della gigantesca decorazione che Leonardo progettò sulle pareti e il soffitto della Sala delle Asse nel 1498. Il progetto, a cura dell'architetto paesaggista Filippo Pizzoni, vicepresidente di Orticola di Lombardia, prevede una struttura in legno, che riproduce in scala l'esatta forma della Sala, intorno alla quale cresceranno 16 gelsi, come quelli rappresentati da Leonardo, preparati con le giuste potature per adattarsi alla struttura su cui dovranno crescere. Torna poi per il secondo anno 'Orticola Arte', che quest'anno, grazie all'intervento della Galleria ArtD2 di Milano, ruoterà intorno allo street artist Pao, al secolo Paolo Bordino.
Due sculture di Pao troveranno spazio a Orticola e poi saranno donate alla città
Il noto writer milanese terrà alcuni laboratori artistici teorici, riservati ad alunni di quarta e quinta elementare, per trasferire loro le tecniche di pittura necessarie per tradursi in un murales all'ingresso della scuola Primaria Dante Alighieri, in zona Ghisolfa a Nord di Milano. Pao ha inoltre disegnato e realizzato due sculture che saranno ospitate all'interno di Orticola durante i giorni della mostra-mercato e che, successivamente, troveranno collocazione permanente in città, grazie all'impegno del Comune di Milano. Le sculture sono realizzate con il supporto di Gruppo Banca del Ceresio, main sponsor storico dell'associazione e di Orticola Arte. Altri partner di Orticola sono i brand FuzeTea, Birra Menabrea, Persol (Luxottica), RosebyMary, Mediterranea Cosmetics, Artemide, Fidenza Village, Piante Faro, Lucio Rossi Vivai, Mida Informatica, Brandart, Citylife.

domenica 24 marzo 2019

Il film capolavoro 'Cafarnao' al cinema dall'11 aprile con Lucky Red

Lucky Red, in associazione con 3 Marys Entertainment, porta nelle sale italiane dal prossimo 11 aprile 'Cafarnao. Caos e miracoli', capolavoro 'neorealista' della regista libanese Nadine Labaki
Il viaggio iniziatico di un 12enne in una Beirut impietosa
Protagonista del film, già vincitore del Premio della giuria al Festival di Cannes 2018 e Candidato agli Oscar, il piccolo Zain Al Rafeea, che dà il volto a Zain, 12enne di Beirut detenuto in un carcere minorile per un fatto di sangue. Un ragazzino cresciuto in una famiglia numerosa, nella miseria e nel disagio più profondi, che però non ha perso la speranza e, forte del candore della sua età, si ribella al sistema con un gesto simbolico: cita in giudizio i genitori per averlo messo al mondo privandolo di ogni diritto - in primis quello di essere amato - con il sostegno di un avvocato difensore interpretato dalla stessa Labaki. Un film struggente e duro come un pugno allo stomaco, assolutamente da vedere, perché, attraverso le vicissitudini del bravissimo protagonista e del suo viaggio iniziatico verso la speranza, invita a riflettere su tanti temi come l'estrema povertà, l'immigrazione clandestina, l'emarginazione, il maltrattamento dei bambini, lo sfruttamento minorile, il razzismo, i diritti umani negati a bambini che si ritrovano, loro malgrado, catapultati in una vita da adulti. Spiega la regista: "Io concepisco il cinema come uno strumento per sollevare interrogativi – negli altri e in me stessa – sul sistema attuale, proponendo il mio punto di vista sul mondo, all'interno del quale io evolvo. Malgrado nei miei film io dipinga una realtà cruda e spiazzante, resto profondamente idealista e credo nel potere del cinema. Sono convinta che i film possano se non cambiare le cose, quantomeno avviare un dibattito o invitare alla riflessione". Oltre all'indiscutibile bravura della Labaki, il film, pur non essendo un documentario, è incredibilmente realista: merito degli interpreti, scelti tra persone che vivono nelle condizioni infernali descritte da 'Cafarnao', a cui è stato chiesto di essere se stesse nel loro impietoso quotidiano: anche per questo le riprese hanno richiesto sei mesi di lavoro, per un girato di ben 520 ore, da cui sono scaturiti i 123 minuti di durata della pellicola, prodotta da Mooz Films

Tezenis dedica una collezione all'iconica gattina Hello Kitty

Tezenis (gruppo Calzedonia), il marchio di underwear, pigiameria e outwear, celebra il 45esimo anniversario del personaggio giapponese Hello Kitty (di Sanrio) dedicandole una collezione per donna e bambina.
Quest'anno Hello Kitty, marchio di Sanrio, festeggia 45 anni
Hello Kitty è apparsa per la prima volta nel 1974 su un portamonete trasparente in vinile e nel corso degli anni è diventata uno dei personaggi più amati del mondo, un'icona in grado di toccare il cuore di donne e bambine di tutte le età ed etnie e anche d'ispirare designer e artisti. Pigiami, bra, slip, brasiliani e capi come le felpe logate: Tezenis ha creato una collezione che accompagnerà nei momenti più buffi e divertenti della primavera-estate 2019 e che avrà come leitmotiv il musetto della gattina giapponese con l'immancabile fiocco rosso in testa. Sanrio, proprietaria del marchio, è un lifestyle brand internazionale fondato da Shintaro Tsuji nel 1960 e basato sulla filosofia 'small gift, big smile' – piccolo dono, grande sorriso – secondo cui un piccolo pensiero può essere veicolo di felicità e amicizia per le persone di tutte le età. Sanrio annovera nel proprio portfolio oltre 400 character, tra cui Chococat, My Melody, Kero Kero Keroppi, Bad-Badtz Maru, Little Twin Stars Gudetama e la nuova entrata Aggretsuko.

sabato 23 marzo 2019

L'arte di Paul Gauguin al cinema in un docufilm di Nexo Digital

E' prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital (nell'ambito del ciclo 'Grande arte al cinema'), con il sostegno di Intesa Sanpaolo, il docufilm 'Gauguin a Tahiti. Il paradiso perduto', nelle sale cinematografiche dal 25 al 27 marzo prossimi.
Con la partecipazione straordinaria di Adriano Giannini
Ripercorrendo le tracce di una biografia che appartiene ormai al mito e di una pittura raffinatamente primordiale, il film, che vanta una colonna sonora originale firmata dal compositore e pianista Remo Anzovino (in uscita in tutto il mondo il 22 marzo per Sony Masterworks/Sony Classical), guiderà lo spettatore tra i luoghi esotici che il grande pittore francese, esponente del post-impressionismo, scelse come sua patria d'elezione e attraverso i grandi musei americani dove sono custoditi i suoi capolavori. Il docufilm, con la partecipazione straordinaria di Adriano Giannini, è diretto da Claudio Poli su soggetto di Marco Goldin e Matteo Moneta, che firma anche la sceneggiatura. Quest'anno la 'Grande arte al cinema' è distribuita in esclusiva per l'Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte e MYmovies.it.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...