lunedì 14 ottobre 2019

Il tartufo di scena a Milano con i maggiori produttori italiani

Dal 17 al 20 ottobre la prima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo
Arte del Vino, in collaborazione con l'associazione culturale The Circus, invita alla prima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo, manifestazione gastronomico-culturale in programma dal 17 al 20 ottobre prossimi in Piazza Città di Lombardia a Milano. Grande protagonista il tartufo, che sarà esposto e venduto al pubblico da alcuni dei più importanti produttori italiani: Urbani Tartufi, Savini Tartufi, Giuliano Tartufi, Lgm Tartufi Francia, Associazione Tartufai del Monferrato, Grazioli Tartufi, Milano Tartufi, Pergola Tartufi, Sabetta Tartufi e Savitar. Pasta, creme, formaggi e salumi: durante la quatto giorni si potranno acquistare diversi prodotti a base di questo prezioso e inebriante fungo, nelle sue diverse varietà (nove quelle commestibili), e si potrà anche degustarlo in piatti gourmet a cura degli chef dell'area food della fiera. L'evento di Arte del Vino va così a colmare un vuoto di appuntamenti fieristici milanesi dedicati al tema, con l'obiettivo di crescere di anno in anno.
Sara Nanni dell'Arte del Vino e Maurizio Biondini di The Circus 
Tartufi per tutti i gusti e a tutte le ore, quindi, dal pranzo alla cena, passando per l'aperitivo, in accompagnamento a etichette delle cantine Barone di Bolaro, LeCrete e Terrasolata e a birre. La fiera sarà aperta dalle ore 10.30 (giovedì 17, primo giorno di manifestazione, l'apertura sarà alle 15) fino a mezzanotte, con biglietto d'accesso al costo di 5 euro. In considerazione della natura culturale dell'evento fieristico, sono anche previsti corsi di approfondimento sul tema, dalla coltivazione all'estrazione, dal mantenimento alla cottura. Gli ideatori hanno in serbo anche un secondo appuntamento, il Milano Wine Festival, la cui seconda edizione è in programma dal 31 ottobre al 3 novembre 2019, sempre in Piazza Città di Lombardia: nell'occasione i riflettori si accenderanno su una trentina di case vitivinicole italiane, dalle più rinomate alle meno note, ma che gli esperti del settore invitano a tener d'occhio. Come nel caso del tartufo, Arte del Vino mira ad accrescere la cultura enogastronomica ed è in virtù di tale mission che nei giorni dell'evento sul vino affiderà all'associazione dei sommelier Fisar Milano il compito di tenere corsi gratuiti per avvicinare il pubblico al mondo dell'enologia. Milano Wine Festival aprirà alle 15 di giovedì 31 ottobre con una fascia oraria diurna (dalle 12 alle 19, biglietto 20 euro) e una serale (dalle 19 a mezzanotte, 5 euro).

Meetic sponsorizza la squadra femminile di rugby Le Rocce

Meetic scende in campo diventando sponsor ufficiale della franchigia di Serie A femminile di rugby a 15 Le Rocce del Chicken Cus Pavia.
L'azienda di dating affiancherà le ragazze nell'arco della stagione 2019/2020 
Per la prima volta in assoluto nel mondo dello sport italiano, un'azienda leader che opera nel mercato del dating sostiene una realtà sportiva emergente che nasce dalla fusione di due squadre: il Chicken di Rozzano e le Fenici del Cus Pavia e Lodi. Meetic affiancherà le ragazze per tutto l'arco della stagione 2019/2020 comparendo sulle nuove uniformi rosanere, unendo i propri valori a quelli di cui si fa portatore il rugby, supportando delle atlete forti e delle donne determinate che mettono il massimo impegno nello sport così come nella vita e nelle loro relazioni. Un progetto di mecenatismo sportivo che va a rafforzare la campagna 'Dai inizio a qualcosa di vero' volta a mettere in luce l'importanza dell’impegnarsi in una nuova conoscenza. Per supportare la sponsorship è stato creato un video, realizzato dal videomaker Gianluca Miotto, un'illustrazione firmata da Cecilia Castelli, degli scatti fotografici che ritraggono le ragazze sul campo da gioco e un'infografica dedicata alle tappe storiche d ello sport del rugby nella storia. In una società sempre più attenta all'empowerment femminile, alla body positivity e all'accettazione di sé, Meetic vuole superare gli stereotipi che vedono il rugby come uno sport puramente maschile solo perché di contatto e forza, proponendo una figura femminile decisa e determinata sul campo così come nella vita di tutti i giorni. 

Sette donne si raccontano nei video #Portraits di Great Lengths

Di solito le extension dei capelli sono percepite come un modo per rendere le chiome più lunghe e folte in modo accattivante.
La campagna mostra sette modi diversi di indossare le extension
In realtà possono valorizzare le donne attraverso look molto naturali. Anche chi predilige look più minimalisti ed essenziali può sceglierle, dal momento che sono uno strumento di bellezza modulabile. Un concetto che Great Lengths ha scelto di veicolare tramite #Portraits, campagna in mini video che mostra sette donne che scelgono modi diversi di indossare le extension. Le testimonial raccontano storie e disavventure legate ai propri capelli e la recente esperienza con l'applicazione di extension Great Lengths. Suri, ad esempio, è una designer giapponese che in passato portava i capelli molto lunghi. Dopo averli tagliati però, ha realizzato che le mancava così tanto la sua chioma fluente che alla fine ha deciso di riconquistarla. Ma ci sono anche Anja, Alex, Sofia, NinaEugenia e Arashi, ciascuna con una storia da raccontare legata ai capelli. La serie #Portraits si può vedere sul canale officiale di YouTube Great Lengths Universal.

Revital.On di Beautech, la nuova linea antiage per la pelle reattiva

I prodotti Revital.On possono essere usati
in sicurezza anche da pazienti in terapia oncologica
Aloe vera biologica, olio di canapa, melatonina, olio di jojoba ozonizzato contro i radicali liberi: è formulata con questi attivi, tutti di origine naturale e dalle molteplici proprietà (ristrutturante, restitutiva, calmante e protettiva) la nuova linea Revital.On di Beautech, marchio cosmetico professionale presente in 4mila saloni in Italia. Una linea completa antiage, a uso domiciliare, indicata per la pelle sensibili o irritata, perché riduce prurito e arrossamenti, e che può essere utilizzata anche dai pazienti in terapia oncologica. A fine settembre la novità è stata infatti presentata al Congresso nazionale di oncoestetica di Modena. Revital.On si compone di 11 prodotti per viso e corpo (a cominciare dal fiore all'occhiello, la Nutricrema 24h con filtri solari) idonei anche per coloro che stanno affrontando la difficile fase della terapia e che desiderano dedicarsi alla propria bellezza in totale sicurezza con l'ausilio di prodotti appropriati, nel pieno rispetto delle cure mediche, senza il timore di effetti collaterali. Dopo l'applicazione, la pelle appare fortemente decongestionata, gli arrossamenti mitigati e la sensazione di fastidio ridotta. 

domenica 13 ottobre 2019

Identità e amore ai tempi dei social, tra realtà e finzione

I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection portano nelle sale italiane dal prossimo 17 ottobre 'Il mio profilo migliore'.
Il film arriva nelle sale il 17 ottobre con I Wonder Pictures
Adattamento del romanzo 'Celle que vous croiez' della scrittrice francese Camille Laurens, il film vede l'attrice premio Oscar Juliette Binoche nei panni di Claire, attraente e colta cinquantenne, madre single di due figli, che, giunta nell'età emblematica della vita in cui ogni donna si sente invisibile, cede alla tentazione di aprire un falso profilo su Facebook spacciandosi per la bella ventenne Clara. Ed è grazie al social che conosce, ma soltanto virtualmente, Alex (interpretato dall'attore emergente François Civil), un uomo molto più giovane, e tra i due nasce un reciproco interesse alimentato da chiacchierate notturne, messaggi e chat. Tra bugie, verità e amore, la vicenda, che conquista e commuove, ruota intorno al concetto d'identità ai tempi dei social, strumenti che offrono la possibilità d'intraprendere relazioni che possono anche rivelarsi 'pericolose'. La realtà di Claire, basata sulla menzogna ma reale nel sentimento, comincia infatti a confondersi con la finzione, in un gioco di prospettive e di doppi sempre più complicato, che il regista Safy Nebbou ha ben reso anche visivamente attraverso una serie di riflessi. Nel cast anche Nicole Garcia nei panni di una psicoanalista che empatizza con la donna che 'vive due vite', quella di Claire e quella del suo giovane alter ego Clara.

sabato 12 ottobre 2019

Il charity shop Arché Vintage riapre con uno spazio tutto nuovo

Giovedì 17 ottobre, alle 18, Arché Vintage festeggia con un cocktail il suo rinnovato spazio di via Ressi 23, in zona Melchiorre Gioia, che si presenta ancora più attraente grazie a interventi di restyling nella disposizione degli arredi, nelle grafiche e nei colori degli interni e della vetrina.
Il ricavato della vendita di abiti usati sostiene la Fondazione Arché
A cominciare dal nuovo logo e dalla nuova insegna, che rispecchiano il glamour delle numerose proposte di abbigliamento e accessori per l'autunno/inverno, selezionate dalle volontarie di Arché, pronte ad accogliere le clienti in un'atmosfera sempre piacevole e rilassata. Arché Vintage è un progetto di charity shop sul modello di quelli inglesi, che raccoglie abiti usati e nuovi da privati e aziende e rimette in vendita i migliori. Il ricavato è destinato a sostenere i progetti di Fondazione Arché a favore di mamme e bambini con disagio sociale e fragilità personale. Tra i più rilevanti, la 'Corte di Quarto', un edificio in costruzione nel quartiere di Quarto Oggiaro che in 14 unità abitative ospiterà famiglie in difficoltà, affiancandole con educatori professionali e una rete di volontari. Fra le nuove proposte per l’inverno, si possono trovare capospalla e piumini, giacche e pantaloni, oltre a calzature di grandi firme del made in Italy. Scegliendo fra l'ampio assortimento di capi vintage, si fa anche una scelta responsabile. Il ripensamento dell'immagine di Arché Vintage si avvale dell'aiuto del Rotary Club Milano Cordusio che, oltre a contribuire ai costi per il rinnovo delle strutture e per il riassortimento dei prodotti, fornisce il supporto professionale di volontari per il suo sviluppo affinché possa ottenere sempre maggiori consensi e successo. 

venerdì 11 ottobre 2019

Ovs e Save the Children per l'empowerment delle bambine

Protagonista della campagna l'attrice Chiara Francini
Da oggi, Giornata internazionale delle bambine, Ovs e Save the Children accendono i riflettori sui milioni di bambine e ragazze che, in Italia e nel mondo, si vedono negato il diritto alla propria infanzia e la possibilità di costruirsi il loro futuro. Una partnership che prosegue da dieci anni e che quest’anno si rinnova con un'importante iniziativa per restituire a tante bambine e ragazze la possibilità di riconquistare la consapevolezza di sé e di coltivare le proprie passioni e aspirazioni. Nell'ambito della campagna #LaMiaVoce di Ovs da oggi in una selezione di negozi Ovs e online si può acquistare una felpa realizzata in esclusiva per Save the Children e parte del ricavato sarà devoluto ai progetti di empowerment che l'organizzazione realizza in Italia e in tanti altri Paesi. La felpa è bianca con la scritta 'Wonder(ful) Woman' per la donna e 'Wonder(ful) girl' per le bambine. Perché dietro ogni donna meravigliosa c'è una bambina meravigliosa. Ma non tutte le bambine hanno la possibilità di esprimere il loro potenziale. Questo il messaggio della campagna, ideato con un contest lanciato sui social da Ovs lo scorso giugno, chiedendo ai follower di proporre una frase dedicata alle bambine di oggi e alle donne di domani. Protagonista della campagna l'attrice e scrittrice Chiara Francini, che in un video emozionante si ritrova a leggere una lettera scritta a se stessa bambina, per ringraziarla di tutte le esperienze passate, delle sfide affrontate, della capacità di sognare in grande e di aver saputo accogliere l'aiuto di chi credeva in lei.

Il musical 'Charlie e la fabbrica di cioccolato' in arrivo a Milano

Da sx, l'attore Christian Ginepro, il 're del cioccolato' Ernst Knam
la vicesindaco Anna Scavuzzo e il regista Federico Bellone 
Forte di un budget produttivo di 2,5 milioni di euro, arriva in Italia 'Charlie e la fabbrica di cioccolato'. Presentato oggi con una conferenza stampa a Palazzo Marino, il musical basato sul romanzo di Roald Dahl, sarà in scena dal prossimo 8 novembre alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore di Milano, unica città italiana a ospitare lo spettacolo. Dopo i successi dei musical Mary Poppins, Dirty Dancing, Fame, The Bodyguard, è questa la prossima sfida alla regia di Federico Bellone, che curerà anche la scenografia dello spettacolo. Prodotto da Wizard Productions e dal Comune di Milano, il musical, che ha già conquistato Londra e New York, è basato anche sui film 'Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato' del 1971, con Gene Wilder e ritenuto una delle 50 pellicole cult della storia del cinema, e quello del 2005, con Johnny Depp e diretto da Tim Burton. Il libretto dello show è di David Greig (autore per la Royal Shakespeare Company), le canzoni di Marc Shaiman e Scott Wittman (Sister Act, Hairspray, Mary Poppins Returns) e Leslie Bricusse (Premio Oscar, The Candy Man, Victor Victoria) e Anthony Newley. Nei panni di Willy Wonka l'attore Christian Ginepro, noto protagonista di fiction tv, affiancato da 28 artisti, che si esibiranno in un meraviglioso spettacolo con tanto di orchestra dal vivo ed effetti speciali.

I partner del musical
Il famoso pastry chef austriaco Ernst Knam, considerato il 're del cioccolato', per l'occasione realizzerà alcune statue in cioccolato, che riprenderanno momenti significativi del musical, delle torte celebrative e una serie di prodotti in cioccolato acquistabili dagli spettatori alla Fabbrica del Vapore. Gli altri partner dello show sono Nickelodeon, La Rinascente, Mac Cosmetics, John Paul Mitchell Systems e G! come giocare.

I performer che saliranno sul palco
Alla regia Federico Bellone
In scena dall'8 novembre alla Fabbrica del Vapore
Christian Ginepro nel ruolo di Willy Wonka, i giovanissimi Jeesee (Gregorio Cattaneo)/Alberto Salve/Alessandro Notari (Charlie Bucket), gipeto (Nonno Joe), Simona Samarelli (Mrs. Bucket), Davide Marchese (Augustus Glup), Stella Pecollo (Mrs. Glup), Marta Melchiorre (Veruca Disalev), Fabrizio Corucci (Mr. Oleg Disalev), Michelle Perera (Violetta Beauregarde), Russell Russell (Mr. Eugene Beauregarde), Simone Ragozzino (Mike Tv) e Lisa Angelillo (Mrs. Tv), Donato Altomare (Jerry), Robert Ediogu (Mrs. Green), Roberto Colombo (nonno George), Rossella Contu (Cherry), Annamaria Schiattarella (Nonna Georgina e regista residente) oltre ai membri dell’ensemble Andrea Spata (capoballetto), Federica Laganà, Mary La Targia, Pietro Mattarelli, Antonio Orler, Manuel Primerano e Monica Ruggeri

'L'ingrediente perfetto' in onda su La7 con Capua e Mech

'L'ingrediente perfetto' è il titolo del nuovo programma settimanale di cucina, in onda dal 13 ottobre, tutte le domeniche, alle 11, su La7, con la conduzione affidata a Roberta Capua e con la partecipazione di Gianluca Mech.
Tratta di salute e benessere il nuovo programma domenicale di cucina
Qual è l'ingrediente perfetto? La salute ed il benessere nei nostri piatti. Ogni domenica, nella splendida cornice di una serra immersa nel verde della campagna romana, Capua aprirà le porte della sua cucina per svelarci, di volta in volta, i suoi 'ingredienti perfetti' per la preparazione di piatti semplici, gustosi e naturalmente sani, perché la salute inizia a tavola. Ogni 'ingrediente perfetto' sarà introdotto da un breve servizio filmato sul territorio che ne racconterà la storia, la filiera produttiva e qualche piccola curiosità. Il benessere e la salute a tavola saranno il fil rouge del programma, che avrà al suo interno un focus di approfondimento con Mech. In questa rubrica, i due, partendo sempre dalla presentazione di un 'ingrediente perfetto', si cimenteranno nella preparazione a quattro mani della 'ricetta della salute', raccontando di ogni ingrediente le virtù benefiche. L’ingrediente perfetto è un programma di Elio Bonsignore, realizzato in esclusiva per La7 dalla Me production.

giovedì 10 ottobre 2019

Il mondo onirico dell'illustratrice Hsinping Pan per L'Occitane

Balsami labbra, creme corpo, creme mani e tante altre novità in arrivo nei negozi L'Occitane.
I valori, improntati alla natura, del marchio francese
sono stati ben rappresentati dall'artista taiwanese
Per le sue proposte di bellezza natalizie, quest'anno L'Occitane en Provence si è affidata alla creatività di Hsinping Pan, illustratrice di Taiwan capace di osservare il mondo che la circonda con uno sguardo onirico. Tra l'artista e l'azienda francese è stato 'amore a prima vista', dal momento che, con poche pennellate, lei riesce a far diventare tutto magico e colorato. Senza contare che è stata capace di catturare la bellezza e la fragilità della natura, in linea con la visione di L'Occitane, che preserva e valorizza le molte varietà botaniche del territorio della Provenza, con una particolare attenzione ai mandorli dei quali la casa cosmetica sta curando la reintroduzione. Le illustrazioni dai colori decisi e la grafica poetica dell'artista si ritrovano nei due diversi Calendari dell'Avvento, nelle tre collezioni al Récolte de Miel, Karité Classico e Jardin en Fête dai toni dell'arancio, del rosa e del blu e in tante altre idee regalo che celebrano la natura rendendola colorata, gioiosa e ricca di magia.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...