martedì 17 settembre 2019

Voile Blanche Society a Milano tra passato, presente e futuro

Il secondo negozio di Voile Blanche Society, dopo Parigi, apre a Milano in via Durini, scegliendo uno dei quartieri più eleganti della città, storicamente votato al design e alla ricerca innovativa.
Il negozio, il secondo del marchio, è stato inaugurato in via Durini a Milano
Creato in collaborazione con un importante studio di comunicazione e design, lo spazio ricorda una tipica dimora milanese, reinterpretando l'atmosfera in chiave moderna e contemporanea, un suggestivo viaggio nel tempo tra passato, presente e futuro. Pareti colorate di azzurro polvere, boiserie e superfici in ottone negli arredi, pavimento in listelli di marmo e inserti in legno ci riportano indietro nel tempo facendoci percepire tutta la meraviglia delle splendide dimore italiane. Gli elementi espositivi in vetro ed ottone, come in un’installazione di arte contemporanea permettono alle scarpe di 'fluttuare', enfatizzando in questo modo la loro leggerezza, i materiali pregiati e i colori. La vetrina, concepita come un infisso industriale,lascia intravedere tutto lo spazio espositivo interno, facendolo diventare il focus principale. Su una superficie di circa 75 mq, lo spazio è pensato come un contenitore di cose preziose: calzature, borse, oggetti di design e prodotti per la cura della persona. Da questo concetto nasce il nome di Society, una società della bellezza creata non solo dalle scarpe,  ma da una community di oggetti che 'si parlano'  e creano connessioni tra loro. All'interno della boutique anche un piccolo salottino pensato per accogliere la clientela in modo rilassato. Per Voile Blanche Society sono questi i codici e i valori del lusso contemporaneo. Ieri sera il negozio è stato inaugurato alla presenza di Paola Iezzi, che ha curato il dj set.

lunedì 16 settembre 2019

Sperlari progetta il rilancio e inaugura i nuovi uffici a Milano

Open space, sale riunioni modulabili, un'area per il ristoro e il ritrovo e molto altro: si presentano così i nuovi uffici Sperlari, inaugurati oggi a Milano in Galleria Pattari 2, a due passi dal Duomo.
All'inaugurazione (da sx), Piergiorgio Burei, Giuseppe Sala e Gianluca Galimberti
L'azienda dolciaria cremonese con 183 anni di storia è al centro di un programma di rilancio internazionale e beneficerà così del ruolo centrale del capoluogo lombardo, pur conservando la sua sede storica a Cremona. Aperti e luminosi, gli spazi sono stati progettati dalla società di progettazione architettonica Il Prisma, con aree di lavoro condiviso e una personalità grafica d'effetto, firmata Publicis Groupe, che richiama la storia e i valori dell'azienda, come pure il legame con Cremona. "Abbiamo disegnato e realizzato gli uffici dove ci piacerebbe lavorare: aperti, luminosi, funzionali ma anche ricchi di aree accoglienti per stare e lavorare insieme, dichiara Piergiorgio Burei, ceo di Sperlari. Il tutto con un'impronta unica: il rosso Sperlari, il legame con Cremona, i nostri prodotti e la storia di 183 anni di quest'azienda.
Le grafiche degli spazi, progettati da Il Prisma, si devono a Publicis Groupe
La scelta di Milano rafforza naturalmente la proiezione internazionale di Sperlari e la nostra determinazione nel continuare a crescere nei mercati di tutto il mondo. Elementi iconici del brand popolano i vari ambienti, caratterizzando anche le meeting room tematiche, Galatine e Dietorelle, la prima più informale, la seconda più smart e colorata. Gli arredi riprendono lo stile dello storico negozio cremonese, un po' vintage, con dettagli in legno massello e poltrone in cuoio. All'inaugurazione della sede milanese hanno preso parte anche Giuseppe Sala, sindaco di Milano, e Gianluca Galimberti, primo cittadino di Cremona. Il Prisma si occuperà anche dell'ammodernamento dell'headquarter di Sperlari a Cremona, dove ha sede anche il principale dei quattro stabilimenti produttivi dell'azienda.

Si rinnova nel suo trentesimo la guida gialla 'Osterie d'Italia'

Un traguardo importante quello della guida gastronomica 'Osterie d'Italia' presentata questa mattina a Milano con un grande evento celebrativo.
In libreria da martedì 17 settembre
con un nuovo formato e ulteriori icone di servizio
La 'gialla', com'è soprannominata dal colore della sua copertina, festeggia infatti il suo trentennale. Edita da Slow Food e in uscita da domani in libreria, 'Osterie d'Italia 2020. Sussidiario del mangiarbere all'italiana' (900 pagg. 22 euro), a cura di Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni, si presenta rinnovata nella veste grafica e con un formato leggermente ridotto, più maneggevole e pratico in viaggio. Le novità riguardano anche i contenuti: oltre al simbolo della 'Chiocciola', che segnala le eccellenze, e alla 'Bottiglia', che indica i vini più interessanti, i curatori propongono nuove icone di servizio e indicazioni per identificare le osterie vicine ai caselli autostradali e alle stazioni ferroviarie. Un prodotto editoriale, quello che conta 1.656 osterie consigliate dall'associazione presieduta da Carlo Petrini (ogni locale è stato visitato in forma anonima negli ultimi 10 mesi), che riesce a rendere contemporanea la tradizione, rappresentando un punto di riferimento per tutti gli appassionati di cucina di territorio. Una guida, quindi, che è anche cultura della ristorazione: non a caso, per ospitare l'evento di presentazione nazionale del vademecum, patrocinato da Comune di Milano, quest'anno la scelta è caduta sul Piccolo Teatro Strehler della città meneghina, alla presenza di giornalisti, istituzioni e dei 300 ristoratori insigniti della Chiocciola. Official partner dell'evento nazionale di presentazione, che ha visto anche l'attribuzione di sei premi speciali, sono stati Reale Mutua, Bertani, Ferrarelle, Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, Compagnia dei Caraibi e Amedei.

Mister Lavaggio organizza a Roma un Community Day

Si svolgerà a Roma il 4 e 5 ottobre prossimi il raduno Mister Lavaggio Community Day, evento che potrà essere seguito sui social network tramite l'hashtag #MLDay19.
Mister Lavaggio è un'azienda nata nel 2016 con l'obiettivo di rivoluzionare il mercato del lavaggio auto. Il suo servizio a domicilio, prenotabile tramite app, permette di avere l'auto pulita ovunque, senza perdere tempo per andare in autolavaggio, e all'insegna della qualità e della salvaguardia ambientale (il servizio, che non prevede l'impiego di acqua, ma solo prodotti biodegradabili, garantisce infatti un risparmio di più di 140 litri di acqua rispetto a un autolavaggio classico). Mister Lavaggio Community Day sarà l'occasione per: riunire i cosiddetti washer (operatori del lavaggio auto), fare il punto sull'andamento del progetto, raccogliere feedback e proposte per migliorare e accelerare la diffusione del sistema. Nell'occasione sarà inoltre presentata una novità tecnologica che trasformerà l'approccio al servizio da parte dei clienti. L'azienda preannuncia grandi sorprese anche per i cittadini romani: durante la mattinata di sabato, l'azienda e i suoi affiliati porteranno il loro innovativo modo di pensare al lavaggio auto lungo le strade della capitale diffondendo il messaggio che l'attività è svolta nel rispetto dell'ambiente.

domenica 15 settembre 2019

Il Centro di Arese ospiterà la mostra sostenibile Green eArth

Anche Il Centro di Arese aderisce al concept della Milano Green Week. Da giovedì 19 settembre a giovedì 3 ottobre, il centro commerciale ospiterà, infatti, Green eArth, la mostra artistica incentrata sui temi ambientali.
Nell'occasione, Renault esporrà l'auto elettrica Zoe
Green eArth, curata da Chiara Canali, è infatti una mostra creata con l'utilizzo esclusivo di materiali riciclati come plastica, cartone e metallo da un gruppo di selezionati curatori, artisti e designer che hanno realizzato installazioni di grande impatto ispirate all'albero come unico tema. Tre le opere presenti in galleria realizzate da giovani artisti con in più un'opera live, ossia una quarta realizzazione che prenderà vita man mano che i visitatori, interagendo direttamente durante i weekend del periodo della mostra, potranno apporre su uno speciale pannello un tappo di plastica. Le installazioni saranno realizzate a galleria aperta con il seguente programma: giovedì 19 settembre di scena l'opera Abete Esagerato (metallo) con la presenza dell'artista Emiliano Rubinacci, giovedì 19 settembre sarà la volta dell'opera Meduse (plastica) con la presenza dell'artista Enrica Borghi, da giovedì 19 a sabato 21 settembre si potrà ammirare l'opera Gears (cartone) di Michele Giangrande, installazione con la presenza della crew dell'artista e Opera Live. Per Il Centro, la mostra rappresenta una conferma della qualità del progetto del mall basato sulla forte attenzione verso la sostenibilità grazie alla combinazione materiali ed elementi, scelti e abbinati fra loro come il legno e la luce che entra dalle ampie vetrate luminose. La mostra aperta al pubblico e gratuita è possibile grazie anche al contributo di Renault che, nel periodo della mostra, esporrà l'auto elettrica a zero emissioni Zoe.

Skipper Zuegg invita all'Aperiscialla durante la Fashion Week

La città di Milano si prepara al fermento modaiolo della Fashion Week, in programma dal 17-23 settembre prossimi. Skipper, brand del gruppo Zuegg, invita ad Aperiscialla, l'aperitivo senza zuccheri aggiunti dove nessuno sarà giudicato per come è vestito o per cosa mangerà. Il leader di mercato nei succhi di frutta dà appuntamento ai paladini della easytudine per un amichevole aperitivo gratuito il 17 settembre, in una secret location di Milano. Chiunque può partecipare: basta pubblicare una foto dell'outfit sciallato che sfoggerà all'evento, taggare @skipper_zuegg e non dimenticare di esibire anche un succo Skipper. Tra tutte le proposte saranno scelti 300 fortunati. L'Aperiscialla sarà un'oasi sciallata nella metropoli meneghina, che in quei giorni sarà invasa da fashion victim e dal variegato popolo del fashion system. Una serata in cui godersi la compagnia dei propri amici tra stuzzichini, succhi senza zuccheri e attività divertenti e spiritose, ed essere genuini e spontanei proprio come Skipper. A tutti gli snobbati dalla settimana della Milano Fashion Week, Skipper impone un'unica regola: #Skippalemode #Skipthechic!

sabato 14 settembre 2019

A Milano il primo store monomarca di My Cooking Box

Si trovano anche le quattro sweet box
realizzate in partnership con Cameo
Ha aperto i battenti da pochi mesi a Milano, in piazzale Baracca 10, il primo flagship store di My Cooking Box, la startup bergamasca, leader in Italia nel mercato del meal kit delivery, che ha stretto diverse partnership con alcuni dei migliori produttori locali d'ingredienti. My Cooking Box propone infatti, online e ora nel suo primo negozio fisico, diversi kit contenenti tutto il necessaire e gli ingredienti predosati per poter preparare a casa propria, passo a passo, piatti gustosi. Con il suo primo store nel cuore di Milano, My Cooking Box invita a scoprire ingredienti regionali, ricette e curiosità gastronomiche del nostro Paese. Lo store, di legno e con colori neutri, esibisce tutta la collezione di box: dalla Fileja calabrese alle Busiate alla siciliana; dai Pici toscani ai Mezzi paccheri campani. Basta, poi, cercare tra gli scaffali per trovare le box della cena siciliana o pugliese o provare una Pizza gourmet con alici, tartufo, caponata e mandorle. Non solo piatti salati. Dal più recente sodalizio stretto con il brand Cameo sono infatti scaturite quattro 'sweet box', frutto dei migliori ingredienti made in Italy selezionati da My Cooking Box e dell'esperienza dei maestri pasticceri di Cameo. Ci si potrà così cimentare nella preparazione di quattro dolci: la Torta mousse al pistacchio, la Mousse al caramello salato e - ultime novità - il Dessert ai tre cioccolati e la Torta cremosa alle nocciole. Per My Cooking Box, di cui è fondatrice e ceo Chiara Rota, il monomarca meneghino non è che la prima tappa di un percorso di sviluppo internazionale che prevede l'apertura di nuovi store in mercati-chiave per il marchio.

venerdì 13 settembre 2019

Libellula Fly Up, una corsa in salita contro la violenza di genere

A Milano, 400 runner saliranno gli 866 gradini dei 39 piani di Palazzo Lombardia
E' fissata domenica 15 settembre a Milano, alle 9.30, la Libellula Fly Up, spettacolare corsa in salita, non competitiva e gratuita, che porterà 400 runner (le iscrizioni sono da giorni tutte esaurite) a salire gli 866 gradini dei 39 piani di Palazzo Lombardia, per dire simbolicamente Stop alla violenza sulle donne. Testimonial d'eccezione di questa sfida in verticale Haki Doku, campione paralimpico di ciclismo, detentore del record mondiale del maggior numero di scale discese in carrozzina in un'ora. I partecipanti si sfideranno in salita fino al Belvedere della Regione Lombardia. L'iniziativa è organizzata da Progetto Libellula, progetto di responsabilità sociale promosso da Zeta Service, che coinvolge un network di 30 imprese, insieme a Space and Event azienda specializzata nell'organizzazione di eventi sportivi e sociali. Libellula Fly Up vede la collaborazione della Regione Lombardia, il coinvolgimento di tre Assessorati: Sport, Welfare e Pari Opportunità, e patrocinato dell'Assessorato allo Sport del Comune di Milano, del Coni, di Fidal e Milano - Terziario Donna.

I prodotti Zucchi nel pacco gara della Corri Cri Colors 2019

Oleificio Zucchi conferma l'impegno a sostegno di iniziative di beneficenza e solidarietà del territorio e rinnova la sua presenza alla Corri Cri Colors 2019, organizzata dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Cremona per le strade della città. La terza edizione, in programma domenica 15 settembre, vedrà cimentarsi atleti, famiglie e bambini in una corsa non competitiva di 5 km, con partenza alle ore 10 da Largo Boccaccino. Ad accompagnarli lungo il percorso, tra le vie della città, un arcobaleno di colori in polvere naturali, testati e antiallergici, e i prodotti firmati Oleificio Zucchi. All'interno del pacco gara sarà infatti presente una selezione delle eccellenze dell'azienda cremonese, tra cui l'Olio Extra Vergine di Oliva 100% Italiano Sostenibile, il primo proveniente da una filiera interamente tracciata e certificata sostenibile. Il ricavato dell'iniziativa sarà destinato interamente alla Croce Rossa Italiana - Comitato di Cremona per finanziare le iniziative sul territorio, promuovendo l’attività di volontariato e la tutela dei più vulnerabili.

giovedì 12 settembre 2019

Le opere di Rossini ispirano quattro fragranze di Ethos Profumerie

La Scala di Seta, L'Inganno Felice, La Donna del Lago, L'Equivoco Stravagante. Si chiamano così le quattro nuove fragranze di Ethos Profumerie ispirate alle opere del grande compositore Gioacchino Rossini
La collezione Note d'Autore è stata progettata in sinergia con Mavive
Con il lancio di questa collezione di eau de parfum (due femminili, una maschile e una unisex) la catena di profumerie presieduta da Maurizio Sabbioni entra così nel segmento fragranze artistiche per esaltare la ricercatezza e il valore dell'autentico made in Italy. La collezione, denominata Note d'autore, è stata studiata, progettata e realizzata in sinergia con Mavive, realtà con trentennale esperienza nel settore. L'evoluzione delle note olfattive,in grado di risvegliare emozioni coinvolgenti in chi le indossa, è un evidente richiamo al rinomato crescendo rossiniano. Un cofanetto a scrigno e il nome della linea, messa in risalto dall'oro a caldo, custodisce i flaconi in vetro trasparente impreziositi da una capsula in legno con collarino dorato. La collezione, presentata con una campagna in bianco e nero (con quattro giovani modelli influencer su cui spiccano, a colori, gli ingredienti dominanti delle fragranze) e uno spot di 20", da questo mese si trova in esclusiva negli oltre 250 negozi Ethos Profumerie.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...