15 settembre 2021

'Eroi dell'impegno', l'iniziativa di Mutti in tema di sostenibilità

Sostenibilità è più di una parola, è una visione fatta di scelte concrete. Grandi azioni, ma anche piccole abitudini con cui ogni giorno si migliora il presente e il futuro del nostro pianeta.
Dietro ognuno di questi gesti c'è un eroe del quotidiano, che Mutti ha voluto celebrare con l'iniziativa 'Eroi dell'impegno'. Partendo da una call to action semplice e stimolante, ossia la richiesta agli utenti di lasciare su una landing page un breve messaggio che spiegasse perché si considerino 'Eroi dell'impegno', l'azienda ha creato un filo rosso tra l’impegno sostenibile dei singoli individui e quello messo in campo ogni giorno da Mutti nell’unire l'eccellenza del pomodoro 100% italiano alla capacità di influenzare positivamente l’ambiente e la visione del mondo che ci circonda. Partito a giugno, il progetto è stato seguito da Live, la unit di McCann Worldgroup Italia specializzata nella realizzazione di contenuti e attivazioni social, e si è sviluppato sui canali proprietari del brand attraverso una strategia di comunicazione amplificata dalla collaborazione con degli influencer 'green', profili scelti perché interessati e quotidianamente attivi in ambito difesa e valorizzazione delle risorse naturali. L'attività di influencer marketing è stata portata avanti con il supporto dell'agenzia Reprise. Il progetto ha previsto il coordinamento da parte della unit Content di Wavemaker per la produzione di contenuti a opera del gruppo editoriale Ciaopeople. Molti i contributi arrivati durante la fase di raccolta messaggi. Tanti da rendere complessa la selezione dei cinque eroi finali, che l’azienda ha scelto di celebrare offrendo loro un’esclusiva giornata da protagonisti sui campi Mutti per scoprire dal vivo le virtù della filiera di qualità promossa dal brand, per visitare l'InstaFactory Mutti (il primo impianto mobile che lavora il pomodoro direttamente sul luogo di raccolta) e ricevere una Passata di Pomodoro personalizzata con il proprio nome e il messaggio d’impegno sostenibile scritto per partecipare all’iniziativa.

'Veneto felice', ad Asiago in esposizione le opere di 15 artisti

Prorogata al prossimo 14 novembre la seconda edizione della mostra del Premio Eccellenti Pittori-Brazzale che, ogni anno, premia l'opera d’arte più significativa prodotta in Italia nel corso dell'anno.
L'opera di Fabio Bianco, uno degli eccellenti pittori partecipanti
Ospitata presso il Museo Le Carceri di Asiago, la mostra dal titolo 'Veneto felice' verte sull'identità veneta valorizzata attraverso l'arte contemporanea, un progetto ambizioso ed esclusivo composto solo di opere inedite, realizzate espressamente per essere esposte nel museo di Asiago. 
"Il Veneto è felice e io sono contento, la proroga al 14 novembre dimostra che l'idea alla base della mostra è stata compresa e accolta: un'identità veneta positiva che merita di essere valorizzata dall'arte contemporanea. Abbiamo ancora due mesi per godere delle opere di 15 artisti che, contro le circostanze di un periodo difficile, trasmettono serenità e bellezza", commenta il curatore Camillo Langone, anche ideatore del Premio Eccellenti Pittori – Brazzale. L'esposizione è uno sforzo produttivo imponente che coinvolge arrtisti di diverse generazioni e tendenze: 14 pittori e 1 ceramista. Sono in massima parte veneti, per nascita, origine famigliare o residenza, e in misura minore non veneti ma legati alla regione per il rapporto coi collezionisti veneti e l'attenzione ai soggetti veneti. Tutti gli artisti appartengono al mondo dell'arte nazionale e alcuni, in particolare Matteo Massagrande e Nicola Verlato, anche internazionale. Tutti e 15 hanno realizzato opere che esprimono il concetto di 'Veneto Felice', dunque legate al territorio nelle sue molteplici articolazioni.  

Gli artisti
Fabio Bianco (Mirano 1971), Vanni Cuoghi (Genova 1966), Alessandro Fogo (Thiene 1992), Giuliano Guatta (San Felice del Benaco 1967), Matteo Massagrande (Padova 1959), Raffaele Minotto (Padova 1969), Nicola Nannini (Bologna 1972), Manuel Pablo Pace (Montecchio Maggiore 1977), Mauro Reggio (Roma 1971), Enrico Robusti (Parma 1957), Elisa Rossi (Venezia 1980), Marta Sforni (Milano 1966), Lorenzo Tonda (Fiesole 1992), Nicola Verlato (Verona 1965) + Nero/Alessandro Neretti (Faenza 1980)

'Gioco per sempre': la campagna Assogiocattoli è un inno al gioco

Assogiocattoli
lancia la campagna-Manifesto 'Gioco per sempre' per celebrare l'universalità del gioco. Rispetto ai numeri pre-pandemia del 2019, per il gioco si è registrato un incremento del 28% su scala globale. Nell'ultimo semestre il mercato è cresciuto a doppia cifra, con le vendite aumentate di oltre il 18%. 
Chiunque può contribuire alla stesura del Manifesto
Per questo Assogiocattoli sottolinea l'importanza del gioco a ogni età, un bene essenziale per i più piccoli, ma anche per gli adulti. A dare il via alla campagna di ampio respiro sarà il Manifesto di 'Gioco per sempre': un inno al gioco, una celebrazione dei giocattoli. Manifesto che non può essere scritto da una sola persona, ma da tanti e di età diverse, perché giocano tutti, grandi e piccoli. Un progetto corale, a più voci e con il contributo di chiunque. Dagli operatori della filiera - negozianti, distributori e agenti - ai bambini di ogni età, ma anche mamme e papà, nonni e zii, educatori di ogni grado. E poi ludologi, psicologi e appassionati di gioco. Per diventare parte attiva e contribuire alla stesura del Manifesto basta scrivere ad Assogiocattoli un semplice - ma profondo - pensiero sul gioco: cosa rappresenta nella vita di tutti i giorni, quale ruolo riveste, quali sono i benefici e qualsiasi altro aneddoto o nozione possano tornare utili alla composizione di un Manifesto che sintetizzi e amplifichi l'universalità del gioco. Una chiara call to action estesa a tutti gli italiani, che potranno dire la loro scrivendo anche sui profili Facebook e Instagram @assogiocattoli con l'hashtag #giocoxsempre. Una volta raccolti e sintetizzati i messaggi ricevuti, a novembre Assogiocattoli condividerà con tutti il Manifesto di 'Gioco per Sempre', così da dare il via a quell'atmosfera di festa tipica del periodo natalizio. E a proposito del Natale: quali i giochi e i giocattoli che andranno per la maggiore? Secondo i dati forniti dalla società di ricerche Npd ad Assogiocattoli, a vantare i trend di crescita più elevati sono le costruzioni, seguite dai pelush, dai giochi in scatola e dai card game. Chiudono la top five le fashion doll e i giocattoli per la prima infanzia.

Proseguirà nel 2022 la campagna di Pietra Naturale Autentica

Grande successo per la campagna di Pietra Naturale Autentica, il network d'imprese nato per promuovere l'impiego della pietra autenticamente naturale, in un momento in cui la concorrenza dei materiali di derivazione industriale è sempre più agguerrita.
Il claim della campagna firmata Bike Communication
In occasione del recente SuperSalone 2021 la realtà ha incontrato gli operatori del settore per presentare gli eccellenti risultati ottenuti dalla campagna 'No fakes – Natural stone is better' finalizzata a tutelare l'intero comparto e veicolare ad architetti, interior designer e reparti progettazione delle imprese i valori distintivi della pietra naturale, quali unicità, trasparenza, colore, durata, storicità, naturalità/sostenibilità, resistenza, rigenerabilità. La campagna di comunicazione, curata da Bike Communication, ha ottenuto14 milioni di contatti complessivi, con 170mila nuovi utenti su naturalstoneisbetter.com, la vetrina formativo-divulgativa che ospita articoli, news e informazioni sulla Pietra Naturale, per costruire una maggiore consapevolezza sul tema, negli intermediari culturali e, un domani, nel pubblico. Pietra Naturale Autentica si è avvalsa delle testimonianze di alcuni tra gli architetti più noti a livello internazionale – Stefano Boeri, Marco Piva, Setsu Ito, Antonio Iraci, Alessandro La Spada, Pasquale Piroso, Alfredo Vanotti - che, in risposta alla grande proliferazione delle imitazioni sintetiche, hanno aderito con entusiasmo.
Stefano Ghirardi, presidente di Pietra Naturale Autentica
La promozione delle virtù della pietra autenticamente naturale si tradurrà, anche nel 2022, in una grande campagna pubblicitaria internazionale, focalizzata sul rilancio di un prodotto che fa dell'Italia l'hub mondiale dell'eccellenza nella trasformazione delle pietre naturali. La veicolazione avverrà tramite web eventi e altri mezzi e sarà affiancata da partecipazioni a mostre e fiere di settore – come il Salone Internazionale del Mobile e Marmomac - con l'obiettivo di far conoscere a una platea sempre più ampia i vantaggi di questo materiale. La presentazione dei progetti futuri è avvenuta durante la Milano Design Week presso il prestigioso hotel Milano Verticale, alla presenza di Stefano Ghirardi, presidente di Pietra Naturale Autentica. Nella piazza antistante l'hotel è stata esposta una Ferrari Portofino accanto a una lastra di marmo, a testimoniare due eccellenze italiane uniche al mondo. All'interno del nuovo Adi Design Museum è stato inoltre installato un hub dedicato alla comunicazione della pietra naturale e della sua filiera, a supporto del tour 'Omaggio a Milano, Architettura del marmo'.

Un'enorme installazione di Pasqua Vini alla Milano Wine Week

L'azienda veneta Pasqua Vigneti e Cantine, tra i founding supporter di Milano Wine Week 2021, aprirà la nove giorni del vino, fissata dal 2 al 10 ottobre prossimi, con una gigantesca opera immersiva site-specific che celebra temi cari alla cantina veronese come la creatività, il talento e il vino italiano.
La cantina veronese ha in programma un ricco calendario di eventi
Con la direzione creativa del collettivo artistico None e realizzata in collaborazione con Base Milano, l'opera offrirà un’esperienza sospesa tra sogno e realtà. L'inaugurazione dell’opera si terrà il 5 ottobre su invito e sarà aperta gratuitamente al pubblico dal 6 al 9 ottobre, dalle ore 18 alle ore 22. Nel palinsesto della Milano Wine Week, Pasqua organizzerà anche due momenti d'incontro per operatori del settore e wine lover, dedicati a etichette iconiche e approcci rivoluzionari al territorio. Mercoledì 6 ottobre, alle ore 11, appuntamento su invito con 'Il metodo multivintage interpretato da Pasqua Vigneti e Cantine'. Protagonista il superbianco Hey French. Il wine educator Filippo Bartolotta presenterà le cinque annate migliori da cui nasce il blend di Hey French Bianco Veneto IGT multivintage, insieme alle due edizioni oggi in bottiglia. Sempre mercoledì 6 ottobre, alle 18.15, la masterclass internazionale 'L’opera del suolo e lo stile del vino nei progetti delle Cantine Pasqua', aperta al pubblico e in diretta streaming con New York. L’azienda illustrerà i diversi cru delle valli della Valpolicella orientale attraverso i suoi vini più rappresentativi, mettendo inoltre a confronto agricoltura convenzionale e biologica.

Degustazioni di Vini d'Abruzzo durante la Milano Wine Week

Dal 2 al 10 ottobre prossimi, il vino sarà di scena alla Milano Wine Week per tutta la città con eventi, masterclass, incontri. Oltre un centinaio gli appuntamenti di questa quarta edizione, che prevede 10 Wine District abbinati ad altrettanti Consorzi. La manifestazione sarà in collegamento, in contemporanea, con altre 11 città internazionali dove si racconterà la ripartenza del mondo del vino. Alla rassegna partecipano quest'anno anche i Vini d'Abruzzo: il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo animerà il quartiere di Porta Venezia, storico cuore pulsante della kermesse milanese dedicata agli operatori e agli appassionati. Protagonisti il Montepulciano d'Abruzzo, il Cerasuolo e il Trebbiano d'Abruzzo, affiancati da altre etichette come la Passerina, la Cococciola e il Montonico. Tra le novità più recenti anche il successo crescente di una produzione di spumanti da uve autoctone, ottenuti per lo più con metodo Martinotti, cui l'Abruzzo sta dedicando grande attenzione. Durante i nove giorni della Milano Wine Week i locali e i ristoranti del quartiere di Porta Venezia proporranno in degustazione i Vini d'Abruzzo in collaborazione con il Consorzio, da sempre impegnato nella valorizzazione del territorio e dei suoi vitigni autoctoni più importanti. Nelle giornate del 3 e 4 ottobre - presso Wine Business City al Megawatt Court - una delegazione di 20 aziende del Consorzio sarà presente per incontrare invece gli operatori del settore e la stampa; il 4 in calendario anche una masterclass a Palazzo Bovara che avrà come focus l'Abruzzo Pecorino, estremamente rivalutato negli ultimi anni.

14 settembre 2021

I fumetti incontrano il vino con gli appuntamenti Barbatelling

Avete mai fatto una degustazione di vino mentre qualcuno, al vostro fianco, disegna ispirato dal profumo dei calici? Volete conoscere i segreti del vino attraverso un manuale a fumetti? Succederà a Casale con Barbatelling, serie di appuntamenti realizzati da CasaleComics&Games nella cornice della manifestazione Calicentro 2021. Eventi che mettono insieme vino e fumetti nella sede dell'Enoteca Regionale del Monferrato (primo cortile del Maniero), facendola diventare, dal 18 al 26 settembre, la sede per due mostre, due degustazioni insolite e incontri con autori speciali. Grazie alla preziosa collaborazione con Vincomics, la manifestazione Barbatelling, nata nel 2018, ospita 'Bottiglie d'autore', una trentina di etichette pregiate diventano infatti pezzi unici, realizzati dai più grandi maestri del fumetto italiano del dopoguerra, come Manara, Giardino, Hugo Pratt. La seconda mostra è dedicata ai partecipanti del contest 'Storie di Grignolino in Grignolino', realizzato in collaborazione con Slow Food Condotta del Monferrato. Venti opere provenienti da tutta Italia, che hanno reinterpretato in illustrazioni e fumetti il vino più significativo del Monferrato e il territorio dove nasce. Le mostre saranno visitabili durante tutta l’apertura del castello, fino al 26 settembre. 'Conoscere il vino – Manuale a fumetti per bere con gusto' (Beccogiallo) è invece il titolo del volume di Francesco Scalettaris e Gio Di Qual, che si potranno incontrare domenica 19 settembre. Il programma completo è su casalecomicsandgames.com.

Le esperienze alla Milano Wine Week si pianificano tramite app

Un itinerario su misura, pianificato nei dettagli e in grado di favorire l'interazione con i luoghi e gli eventi della moda, del design, dell'arte e della ristorazione. È quanto promette l'app dell'edizione 2021 della Milano Wine Week, manifestazione in programma dal 2 al 10 ottobre. Progettata e sviluppata da Softec, l'app permette ai visitatori di vivere la rassegna come un'esperienza viva e, una volta concluso l'evento phygital, che alternerà cioè digitale e fisico, fungerà da riferimento per conoscere e addentrarsi nel mondo del vino.
Permetterà anche di usufruire dei tanti servizi della città
Centinaia le attività trasversali che faranno parte della rete della manifestazione: dagli showroom di moda agli atelier d’arte e agli spazi dedicati al design. L’innovazione guida a 360° la Milano Wine Week: grazie alla digitalizzazione di tutte le carte vino, Milano diverrà la prima città al mondo in cui scegliere dove cenare in funzione dell'etichetta vinicola desiderata. Questo sarà possibile utilizzando l'app, che permetterà di usufruire dei tanti servizi della città: affittare una bici, prenotare la visita di una mostra, riservare un posto ad un evento o partecipare a uno dei Wine Tours, che durante i giorni della manifestazione, connetteranno Milano ai territori vinicoli situati a breve e media distanza. Tra le innovazioni dell'app Milano Wine Week c'è il dialogo con l’Ecosistema Digitale E015, una iniziativa promossa da Regione Lombardia per favorire la creazione di relazioni digitali tra soggetti diversi, pubblici e privati, e l'utilizzo dei beacon, dispositivi di marketing di prossimità, che saranno dislocati in tutta la città. Questo permetterà al visitatore di ricevere suggerimenti nel più breve raggio del luogo in cui si trova, grazie alla geolocalizzazione, e di costruire una Milano Wine Week in base ai propri gusti ed esigenze. L'utente che accumula almeno tre esperienze durante la manifestazione, tramite app, potrà anche partecipare a un concorso per ricevere dei premi.

Il brand Contemporary Heroes celebra gli eroi di ogni giorno

Contemporary Heroes, marchio di occhialeria di Vision Group, leader nella distribuzione ottica in Italia, celebra l'eroismo di chi è protagonista della propria quotidianità perché capace di affrontare la vita con spirito positivo.
Il marchio di occhialeria fa capo a Vision Group
L'identità del brand è raccontata attraverso quattro superpoteri (stile, leggerezza, eleganza, libertà) utili per affrontare e vincere le sfide quotidiane, nelle quali ciascuno di noi, a suo modo, s'identifica come 'eroe contemporaneo' perché anche nell'ordinario è possibile compiere imprese straordinarie. Spesso la quotidianità richiede caratteristiche e abilità straordinarie, che non sono l'invisibilità o la capacità di volare, ma non per questo risultano meno incredibili. Ogni occhiale Contemporary Heroes incarna perfettamente uno di questi superpoteri e il brand si presenta per la prima volta al pubblico come il marchio pensato per tutti coloro che si sentono eroi contemporanei. Per questo motivo sono stati coinvolti sul proprio profilo Instagram ufficiale del marchio alcuni ambassador protagonisti dei nostri giorni, persone che sono riusciti ad eccellere nei rispettivi settori. Come lo chef Paolo Griffa, che ha raggiunto a soli 28 anni la sua prima Stella Michelin. Il superpotere di Paolo è stile perché continua la sua attività con perseveranza e dedizione senza mai perdere di vista ricerca e stile. E Raphaela Lukudo, velocista italiana dei 400 mt, che ha rappresentato il nostro Paese alle Olimpiadi di Tokyo. L'atleta incarna il superpotere eleganza: sacrificio, allenamenti, fatica, delusioni e gioie ma senza rinunciare alla sua eleganza e femminilità. Contemporary Heroes è sempre alla ricerca di nuovi eroi contemporanei che possano raccontare le loro storie di sfide quotidiane affrontate con determinazione e passione.

In arrivo la quinta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile

La campagna è targata Saatchi & Saatchi
È on air la nuova campagna 'Mettilo in agenda, stiamo agendo', firmata da Saatchi & Saatchi per Asvis, l'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. Il nuovo spot promuove la quinta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, un appuntamento pensato per creare maggior consapevolezza e coinvolgere i diversi target sul raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 dell'Onu. Questo film segna un cambio di registro per tono, un manifesto sotto forma di slam poetry, trattamento e fotografia, moderno e cinematografico, e lascia intravedere la volontà di Asvis d'interfacciarsi anche con un pubblico più giovane. Un film realizzato dalla casa di produzione Think Cattleya con la regia di Francesco Quadrell, e con la colonna sonora originale 'Turn it around', creata ad hoc dalla casa di produzione musicale Argentina Inlimbo. La campagna, visibile anche su YouTube e sui principali canali social, vivrà anche attraverso gli spot radio realizzati grazie alla collaborazione di Catsound. Mentre la campagna stampa, composta di tre soggetti, è a cura di Mandala Creative Production con gli scatti di Lorenzo Pesce.