martedì 4 novembre 2014

È tutta italiana Papermilk, la prima carta al latte del mondo

Papermilk contiene fibre di latte
Papermilk nasce da un'idea di Susanna Bonati
È prodotta con fibre di latte, linters di cotone e fibre di pura cellulosa vergine Papermilk, la prima carta al latte del mondo presentata nei giorni scorsi a Montecarlo alla manifestazione internazionale Luxe Pack dedicata al packaging di lusso. L’idea, mutuata dal mondo dei tessuti a base di latte, l’ha avuta un anno fa la creativa Susanna Bonati, direttore della rivista Comunicando, che per produrla ha trovato in Gruppo Cordenons - azienda italiana produttrice di carte fini e tecniche che offre al mercato internazionale oltre 2.500 prodotti speciali per target e applicazioni - un partner d’eccezione. È nata così questa specialissima carta - evocazione di nutrimento - con cui i creativi di tutto il mondo potranno sbizzarrirsi per dare vita a prodotti per la comunicazione ad alto contenuto aggiunto: le fibre di latte contenute nella carta, infatti, conferiscono al nuovo supporto una morbidezza unica, potenziata anche dalla percentuale di cotone presente nella ricetta industriale. “Papermilk nasce per diventare simbolo del ritorno al primario, all'essenziale, alla cura, alla protezione - spiega la creatrice -. Il latte è l'alimento primario che ci accomuna, è fondamentale, come insostituibile è la carta per la comunicazione. L'unione dei due elementi crea per la prima volta un supporto che si prende naturalmente cura di ciò che contiene e di chi lo sfiora”.