mercoledì 26 settembre 2018

Gabriella Pession volto della campagna L'Albero della Vita

In Italia oltre un 1,2 milioni di minori si trovano in condizioni di povertà assoluta, con un'incidenza pari al 12,1%. Un bambino su otto vive in condizioni di deprivazione, senza il diritto di vivere un’infanzia felice. I dati Istat pubblicati lo scorso 26 giugno 2018 testimoniano che le condizioni dei minori in Italia restano critiche. Per sostenere questi bambini e ragazzi in tutt'Italia Fondazione L'Albero della Vita – onlus impegnata da quasi vent'anni nella tutela dell’infanzia in condizioni di emarginazione e disagio sociale – lancia #iodonofiducia, campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con il numero solidale 45589 attiva dal 23 settembre al 20 ottobre su tutti gli operatori telefonici. Il messaggio che la campagna solidale #iodonofiducia vuole veicolare è che chi soffre è anche il vicino della porta accanto, la persona che fino a un anno fa stava bene, gli insospettabili, e che forse quel disagio ci tocca molto più da vicino di quel che fingiamo di credere. Per raccontarlo nella maniera più sincera possibile, Fondazione L'Albero della Vita si è affidata a nomi e volti esperti nel mondo cinematografico: Luca e Marcello Lucini si sono occupati della regia dello spot prodotto da VideoZone, mentre l'attrice Gabriella Pession presta volto e voce alla campagna. Trenta secondi che raccontano come trovarsi in una condizione di povertà per un bambino significhi "sognare di riavere il proprio letto e una casa, nascondersi dalla disperazione dei genitori senza lavoro; non mangiare e avere troppo spesso il piatto vuoto". Tre scene mostrano, in contrapposizione alla quotidianità di bambini più fortunati, quali sono le deprivazioni e le paure che i bambini in povertà assoluta devono affrontare quotidianamente. Con i fondi raccolti la Fondazione avvierà il programma di inclusione sociale e di contrasto alla povertà minorile, Varcare la Soglia, già attivo in diverse città d’Italia e anche a Napoli, una delle città campane con il più elevato numero di minori che versano in condizioni di precarietà.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...