sabato 29 febbraio 2020

A Palazzo Reale i capolavori pittorici di Georges de La Tour

I giocatori di dadi, Preston Park Museum Stockton-on-Tees UK
I capolavori pittorici dell'artista della luce Georges de La Tour, spesso paragonato al Caravaggio, fino al prossimo 7 giugno si possono ammirare a Palazzo Reale Milano. Curata da Francesca Cappelletti, la mostra è straordinaria, dal momento che in Italia non è conservata nessuna opera di La Tour e sono circa 40 le opere certamente attribuite all'artista francese del Seicento, di cui in mostra ne sono esposte 15 (più una attribuita). Sconosciuto per più di due secoli, fu 'resuscitato' da Herman Voss, grande studioso tedesco che, nel 1915, scrisse un articolo per attribuirgli due dipinti. La sua pittura è caratterizzata dal contrasto tra i temi 'diurni', che ci mostrano un'esistenza senza filtri, con volti segnati dalla povertà e dall'inesorabile trascorrere del tempo, e i temi 'notturni' con figure illuminate dalla luce di una candela: modelli assorti, silenziosi, commoventi.
La curatrice Francesca Cappelletti
In mostra dal 7 febbraio al 7 giugno 2020
'Georges de La Tour. L'Europa della luce' è una mostra promossa e prodotta dal Comune di Milano | Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, e vanta un comitato scientifico composto da Pierre Rosenberg (già direttore del Louvre), Gail Feigenbaum (direttrice, Getty Research Institute), Annick Lemoine (direttore, Musée Cognacq-Jay), Andres Ubeda (vice direttore, Museo del Prado). Un progetto espositivo reso possibile dalla rete di collaborazioni tra Palazzo Reale e ben 28 istituzioni internazionali. Il catalogo delle opere in mostra è edito da Skira.