martedì 19 settembre 2017

Olio Sagra nel nuovo programma televisivo di Sonia Peronaci

Sagra è protagonista del nuovo programma televisivo 'Cooking Class' con Sonia Peronaci, in onda su FoxLife (canale 114 di Sky) dal lunedì al venerdì, alle 19. In totale 40 pillole da 12 minuti, semplici e divertenti lezioni in una scuola di cucina davvero speciale.
Tra gli ingredienti in tavola e ai fornelli non può infatti mancare l'olio, in particolare l'olio extra vergine di oliva, caposaldo della dieta mediterranea. A rappresentarlo, nelle 'Cooking Class' di Peronaci, sarà lo storico marchio Sagra, da oltre mezzo secolo sinonimo di competenza e qualità. Con questa partnership Sagra consolida il suo impegno nel promuovere e valorizzare le qualità dell'olio extra vergine d'oliva, un prodotto che sin dall’antichità è considerato un alimento dalle caratteristiche preziose, ricco di proprietà nutritive, e coglie l’occasione per presentare alcuni tra i prodotti più importanti della propria offerta. Sagra porterà nella cucina di Peronaci i suoi prodotti di punta, come l’Extra Vergine Bassa Acidità 100% italiano, perfetto a crudo, e Il Classico, versatile ed equilibrato, adatto per cotture brevi; l'Olio di Girasole, ideale per condire e friggere; l'Olio di Girasole Alto Oleico, ricco di principi nutritivi, conosciuto dai grandi chef per le sue ottime performance in cottura e l'Olio di Arachide, ideale per fritti e lunghe cotture. Ogni ricetta e ogni piatto possono contare su un olio ideale, che risponde al meglio alle esigenze specifiche. Divulgare queste informazioni, fa parte dell’impegno di Sagra nel promuovere una cultura sempre più ampia dell'olio.

'Maire Claire #Likes Change' con gli scatti di Fabrizio Ferri

Domani, in concomitanza con la Milano Fashion Week, Marie Claire #Likes torna in edicola con un numero interamente dedicato ad approfondimenti e riflessioni su mondi che stanno subendo grandi metamorfosi: la moda, l’arte, l'editoria, il design, la sostenibilità e la comunicazione.
'Change' è anche il titolo della mostra allestita durante la Mfw
Interviste a opinionisti e incontri esclusivi con chi ha saputo realizzare idee rivoluzionarie a brand storici, faccia a faccia con nuovi stilisti e designer dalla vulcanica creatività. Il passaggio di testimone tra genitori e figli è protagonista dei servizi di Marie Claire #Likes e, in particolare, del servizio moda 'Maire Claire #Likes Change'. Nel servizio, 12 coppie di genitori e figli posano davanti all'obiettivo di Fabrizio Ferri, tra cui Laura Morante con la figlia Eugenia Costantini, la supermodel Susan Holmes con la figlia Grace McKagan, Francesco Clemente con la figlia Nina, l'attrice Mariel Hemingway con la figlia Langley Fox Hemingway.  "Ho chiamato sul set prima le figlie e i figli e ho scattato così il primo ritratto - racconta Ferri -. Poi ho chiesto ai padri e le madri di raggiungerci sul set. Volevo che gli autentici protagonisti di questa serie fossero i ragazzi, stavolta non subordinati al ruolo di 'figli di', ma autonomi e presenti a se stessi. Durante lo shooting hanno mostrato fierezza e forza. Due qualità che, unite alla tenerezza dei loro genitori, hanno indicato la via di questo lavoro”. Il servizio, frutto della collaborazione tra Marie Claire e Ferri, è anche protagonista della mostra 'Change' allestita lungo tutta via della Spiga dal 18 al 26 settembre. Non solo ritratti d'autore in bianco e nero, ma racconti di famiglia filtrati dallo sguardo del grande fotografo. Il risultato ha il sapore di un diario intimo per immagini, tra Roma e New York. Protagoniste, infatti, sono le oltre 32 immagini stampate su grandi supporti che si alternano a un video proiettato su otto schermi che decorano la via del Quadrilatero della moda per tutta la durata della Milano Fashion Week.

Focus sull'ambiente marino nella due giorni One Ocean Forum


Si terrà a Milano il 3 e 4 ottobre prossimi, al Teatro Franco Parenti, One Ocean Forum, l'evento che Yacht Club Costa Smeralda, di cui è commodro Riccardo Bonadeo, dedica ai progetti innovativi di salvaguardia dell'ambiente marino.
Zahra Aga Khan e Riccardo Bonadeo alla conferenza stampa di presentazione
Voluto dalla principessa Zahra Aga Khan, il forum si propone come organo indipendente, non politico, volto ad accelerare progetti innovativi di salvaguardia dell'ecosistema marino e promuovere azioni pratiche di cambiamento, tramite il coinvolgimento di stakeholder che spaziano da imprese a istituzioni scientifiche, da organizzazioni non profit a personalità di fama internazionale. Il forum si avvale della partnership con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell'Unesco e Sda Bocconi Sustainability Lab e di patrocini di prestigio: The British Virgin Islands - BVI, Ministero dell'Ambiente, Regione Autonoma della Sardegna, Coni, Sybass, Nautica Italiana, Ucina, Confindustria Nautica, Salone Nautico di Genova e Centro Velico di Caprera.
Il forum, aperto e diretto, sarà all'insegna dell'edutainment
Il taglio del forum, scelto con la collaborazione di FeelRouge Worldwide Shows, partner strategico incaricato dell'organizzazione generale e contenuti del Forum, è aperto e diretto, all'insegna dell'edutainment. Per questo il programma alternerà relazioni di taglio scientifico a testimonianze di personaggi noti, legati al mare da passione e professione. Quattro i temi portanti di cui si tratterà durante la due giorni: Marine Litter & Pollution porrà l'attenzione sugli enormi quantitativi di rifiuti presenti in tutti i mari del pianeta, in grado di arrecare danni alle catene alimentari e alla vita degli ecosistemi marini; Climate and Global Changes si soffermerà sui responsabili dell'acidificazione delle acque e dei conseguenti effetti sulla conservazione degli habitat oceanici; spazio anche all'implementazione delle Blue Technologies come opportunità di sviluppo dell'economia marittima, utilizzando l'innovazione e la ricerca come base per nuove politiche produttive e commerciali. Infine, rifettori accessi sull'Ocean Literacy, la diffusione di una cultura che permetta la comprensione dell'influenza che l'oceano ha sulla nostra vita e, viceversa, l'influenza che le nostre scelte e le nostre azioni hanno sull'oceano. La chiusura dell'evento sarà sancita dalla firma della Charta Smeralda da parte della principessa Aga Khan e del commodoro Bonadeo.

Hearst porta sul web in Italia lo storico maschile Esquire

Sbarca in Italia Esquire, il maschile statunitense edito dal gruppo Hearst, con un'edizione digital ad hoc per il nostro mercato. A partire da ottobre il blasonato brand sarà ufficialmente online con Giampietro Baudo, nel ruolo di editor in chief Fashion & Business Development, e Timothy Small, editor in chief Editorial Development.
Alla guida dell'emagazine Giampietro Baudo e Timothy Small
La presentazione ufficiale dell'emag si terrà questa sera a Milano con un cocktail organizzato alle Gallerie d’Italia in cui è prevista anche la partecipazione di Giacomo Moletto, ceo di Hearst Italia e Western Europe e dei direttori delle edizioni degli altri Paesi. L'edizione italiana di Esquire, forte del peso internazionale di una rivista che ha fatto la storia del giornalismo mondiale, si propone come un riferimento autorevole e ironico per gli uomini interessati a lifestyle, moda, politica ed economia del nostro Paese, in un costante dialogo con la rete mondiale, così come avviene per altre testate internazionali del gruppo Hearst. A oggi Esquire conta 28 edizioni nel mondo, traduzioni in 15 lingue e una presenza in 46 Paesi, 21 siti web per un totale di oltre 11,3 milioni di visitatori unici e 71,5 pagine viste. Una diffusione globale di 1,9 milioni di copie con una readership di circa 8,6 milioni.

'Correre è un mix': Ventura si rivolge ai runner con BBMix

Ventura, specialista italiano in mix di frutta secca di qualità con oltre 80 anni di esperienza, torna in comunicazione con la campagna teaser su Facebook 'Correre è un mix'.
Testimonial Valeria Straneo, campionessa di maratona e mezza maratona
Obiettivo: promuovere la linea BBMix pocket, il mix di Bontà e Benessere in formato tascabile, una combinazione di frutta secca e frutta essiccata differenziata in base a specifiche esigenze nutrizionali. Ventura mira a diventare il punto di riferimento degli amanti dell'healthy food, dell'attività fisica e, in particolare, della corsa. Proprio ai runner è dedicata la campagna teaser su Facebook e il Ventura Fitness Tour con la sponsorizzazione dei circuiti podistici delle Mezze Maratone e della Deejay Ten, dove sarà veicolata la linea BBMix Sprint e Multivit dedicata agli sportivi. Testimonial d'eccezione Valeria Straneo, campionessa italiana di maratona e mezza maratona, che, con il claim 'Correre è un mix', racconta sulla pagina Facebook Ventura, attraverso post e video, la sua corsa, fatta del giusto mix di determinazione, allenamento, alimentazione, riposo. In arrivo anche un'importante campagna di comunicazione che prevede, oltre ai social e alle sponsorizzazioni sportive, anche advertising in radio, tv, stampa e web. Tutta la strategia e la creatività sono state sviluppate dall'agenzia The Optimist, con un nuovo concept di comunicazione che sarà rivelato solo nello spot televisivo, on air da domenica 1 ottobre.

Mode, miti ed estremismi alimentari: la parola agli esperti

#Mangiareinformati è il titolo dell'incontro, organizzato settimana scorsa a Milano da Carni Sostenibili (progetto promosso dalle associazioni di categoria Assocarni, Assica e Unaitaliae) e moderato dal giornalista e divulgatore scientifico Alessandro Cecchi Paone.
L'incontro ha dato la parola a Luca Avoledo e Susanna Bramante
Un talk show che ha dato la parola al nutrizionista Luca Avoledo, autore del saggio 'No Vegan',  edito da Sperling & Kupfer, e all'agronoma e tecnologa alimentare Susanna Bramante, autrice del libro 'La soia fa bene o fa male?' edito da L'Età dell'Acquario. Il tema al centro dell'incontro: mode e manie delle diete. A partire da un interrogativo: meglio erbivori o carnivori? "L'uomo è un animale onnivoro. Nell'evoluzione umana ci sono state in effetti alcune isolate specie che si nutrivano solo di vegetali, come i parantropi. Si sono tutte estinte": con questa provocatoria dichiarazione, Avoledo ha sottolineato la natura onnivora della nostra specie. Focus, quindi, su fruttarianesimo e vegetarianesimo: dati scientifici alla mano, gli esperti hanno dimostrato come siano da bandire le manie e le ossessioni delle tendenze più radicali, a favore invece di uno stile di vita alimentare equilibrato, in cui nessun alimento venga demonizzato a favore di un altro, sul modello della dieta mediterrane. In particolare, Avoledo ha sottolineato che "si sta radicando nell'opinione pubblica la convinzione che il consumo di carne quando non addirittura quello di latte, uova e pesce, faccia male alla salute e che la scelta alimentare più opportuna per star bene sia adottare una dieta che ne è del tutto priva. Si tratta di un mito alimentare, non supportato da evidenze scientifiche".
#Mangiareinformati è stato moderato da Alessandro Cecchi Paone
Tutti i dati scientifici di cui disponiamo (nutrizionali, medici, anatomici, antropologici), infatti, "attestano come l'uomo sia una specie onnivora per sua natura e mettono in luce quanto la dieta vegana rappresenti una scelta innaturale, controintuitiva, nutrizionalmente e salutisticamente superflua, quando non addirittura pericolosa", ha concluso Avoledo. Bramante ha poi fatto chiarezza su un alimento di moda oggi: la soia, entrata a far parte della nostra alimentazione e utilizzata in prodotti sostitutivi della carne, del latte e dei formaggi, trovando consensi non solo tra i vegetariani e i vegani, ma anche tra chi vorrebbe seguire una dieta 'sana'. Ripercorrendo le origini storiche e culturali della sua produzione in Oriente, Bramante ha mostrato come le differenze di produzione, specialmente quelle "riguardanti il processo di estrazione delle proteine, colleghino il consumo di soia a numerosi problemi e rischi per il fisico, su tutti, disturbi della riproduzione e della fertilità, specialmente nelle donne e nei bambini".
L'invito è a un consumo equilibrato di tutti gli alimenti
Nell'esporre i rischi di questo alimento ha invitato, quindi, al consumo equilibrato di tutti gli alimenti, specialmente quelli che compongono la nostra dieta tradizionale, evitando gli estremismi e le mode. I due autori sono stati inoltre concordi nell'evidenziare come quella che anni fa sembrava una scelta antagonista e rivoluzionaria, ossia mettere nel carrello prodotti vegan e sostitutivi proteici, oggi è invece un atto che produce ricchezza per la cosiddetta 'vegan economy', che non va demonizzata, ma che è di gran lunga distante dall'immagine bucolica del contadino di prossimità. L'informazione è dunque il primo degli ingredienti che bisognerebbe mettere nel piatto degli italiani, un popolo che resta onnivoro, come confermato dalla recente ricerca Eurispes 2017 che evidenzia un'inversione di tendenza nella percentuale di vegetariani e vegani nel nostro Paese, passata dall'8,1% dell'anno precedente al 7,6% (-0,5%). Di questi il 4,6% sono vegetariani (-2,5%) e il 3% vegani (+2%). Pertanto 300mila persone, in un solo anno, sono tornate a mangiare carne. Non solo per 'il richiamo della carne', ma per aver avuto accesso a informazioni autorevoli per fare scelte alimentari equilibrate e di benessere, per se stessi e la propria famiglia.

lunedì 18 settembre 2017

'Un bagno cambia la vita', il progetto solidale di Scottex

Nel mondo, una persona su tre non ha accesso ai servizi igienico-sanitari di base. E una persona su otto non ha accesso all'acqua potabile. Inoltre, migliaia di bambini e le loro famiglie si vedono privati della propria dignità e vanno incontro alla diffusione di malattie potenzialmente mortali.
Accesso a servizi igienici puliti a 1,4 milioni di persone in America Latina
Scottex crede che queste preoccupanti situazioni possano e debbano migliorare e lancia il programma 'Un bagno cambia la vita', attività che ha l'obiettivo di dare accesso a servizi igienici sicuri e puliti a 1,4 milioni di persone in America Latina e, in particolare, alle popolazioni rurali dell'Honduras. Il progetto è realizzato in collaborazione con Water For People, associazione internazionale non profit che opera in nove Paesi nel mondo e, da settembre a dicembre 2017, l’attività verrà portata avanti presso i punti vendita Carrefour e Coop in Italia. Contribuire attivamente al progetto è facile: con il pacco speciale di carta igienica Scottex Pulito Completo dedicato all’attività, Scottex si impegna ad aiutare Water For People a fare la differenza. L’iniziativa 'Un bagno cambia la vita' si inserisce nel più ampio contesto di impegno sociale e ambientale che contraddistingue Scottex e tutto il Gruppo Kimberly-Clark: dopo il rilancio del 2016 e l’importante focus sul pulito, il brand ha infatti aderito e promosso numerosi progetti di charity.

Dieci improbabili copertine per camuffare il catalogo Ikea


Gruppo Ddb Italia ha studiato per Ikea un'idea divertente che rafforza il concept 'Ikea. Siamo fatti per cambiare' alla base della comunicazione annuale del brand in Italia. L'idea è legata al lancio del nuovo catalogo Ikea 2018: un catalogo che per molti italiani è un oggetto del desiderio, tanto che lo aspettano e, quando arriva, spesso lo rubano agli altri. È così che Gruppo Ddb Italia ha pensato a The Changing Catalogue: la campagna che cambia volto al catalogo 2018 per proteggerlo da vicini, amici, familiari e colleghi dalle mani lunghe. Come? Disegnando una collezione di dieci improbabili copertine pensata per trasformare il catalogo in una rivista che nessuno ruberebbe mai. Oltre al design delle copertine, l'agenzia ha realizzato un video di lancio in linea con il tono ironico e surreale dell'intero progetto, prodotto da Withstand Film e diretto dai Bom. Disponibili sul sito del brand e scaricabili da casa grazie a un tool dedicato, le copertine sono state distribuite in occasione degli eventi di lancio del nuovo catalogo, che si sono tenuti in tutti i negozi Ikea d'Italia.

I migliori panettoni artigianali d'Italia secondo Panettone Day

La quinta edizione del concorso Panettone Day, che durante i mesi scorsi ha visto confrontarsi alcuni tra i migliori artigiani pasticceri italiani nella creazione del Migliore Panettone Tradizionale e Panettone Creativo Dolce, ha i suoi vincitori.
Il Miglior Panettone Tradizionale è del pasticcere Giancarlo Maistrello
Il titolo di Miglior Panettone Tradizionale se l'è aggiudicato il pasticcere Giancarlo Maistrello della Pasticceria Maistrello di Villaverla (VI). La sua creazione ha battuto quelle degli altri 20 concorrenti per aspetto, colore, cottura, dolcezza, qualità degli ingredienti e bontà. Adriano Anastasio della Pasticceria Adriano di Seriate (BG) ha invece sbaragliato la concorrenza, nella categoria Panettone Creativo Dolce, con il suo Panettone al tè verde e fragole, un incontro tra Oriente e Occidente. A giudicare le creazioni Iginio Massari, presidente della giuria, affiancato dai pastry chef Sal De Riso, Alessandro Servida e Giuseppe Zippo, con la food blogger Chiara Maci. Come nelle passate edizioni, il Temporary Store Panettone Day, in corso Garibaldi 42 a Milano, sarà aperto da inizio ottobre fino al 31 ottobre: nella location appositamente allestita con tutte le proposte in gara, gli amanti del panettone artigianale potranno acquistare il celebre dolce meneghino al prezzo promozionale di 10 euro, nella pezzatura da 500 grammi.

domenica 17 settembre 2017

Acetaia del Cristo è a Cheese 2017 con le sue eccellenze

Domani, 18 settembre, nella cittadina piemontese di Bra calerà il sipario sulla 20esima edizione di Cheese, la manifestazione internazionale dedicata al mondo lattiero-caseario di qualità.
L'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop sposa il formaggio
Come nelle passate edizioni, al centro dell'attenzione anche diverse realtà d'eccellenza del mondo alimentare nel senso più ampio del termine. Tra queste figura Acetaia del Cristo, la più grande realtà di produzione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop. Sotto i riflettori, dunque, un prodotto che racchiude l'essenza della tradizione modenese, la passione e l'esperienza di anni e di generazioni che si sono tramandate un'eredità tanto preziosa quanto carica di significati. Invecchiato almeno 12 o oltre 25 anni in batterie di legni pregiati e custodito nei sottotetti di Acetaia del Cristo, l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop sprigiona sensazioni uniche, esaltando tanti piatti, in particolar modo quelli a base di formaggio. In occasione di quest'edizione di Cheese, che festeggia 20 anni, Acetaia del Cristo nel suo stand BI89 - Mercato Italiano, situato in piazza Carlo Alberto, presenta un prodotto speciale: un Aceto Balsamico Tradizionale prelevato da botti di legni pregiati datate 1997 e in edizione limitata. Cheese 2017 è, dunque, una vetrina molto importante per Acetaia del Cristo e i suoi prodotti di nicchia, che condividono i valori alla base della manifestazione, prima fra tutti l'attenzione alla qualità.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...